Una delle applicazioni più importanti dell’ossigeno è quella in ambito terapeutico, ospedaliero e subacqueo.

La somministrazione di ossigeno è il principale intervento per un primo soccorso subacqueo, mentre l’ossigenoterapia iperbarica è l’utilizzo di ossigeno al 100% ad una pressione superiore di quella atmosferica. 

Attraverso l'ossigenoterapia iperbarica è possibile curare e/o accelerare i processi curativi di una lunga serie di patologie di vario genere comprese le malattie subacquee.

Essendo considerato ed utilizzato come un farmaco, l’ossigeno, in ambito ospedaliero, dopo essere stato prodotto, viene trattato,  analizzato, consegnato e rilasciato alle strutture sanitarie sotto la responsabilità dell’azienda che l’ha prodotto. 

Deve possedere un’Autorizzazione Immissione in Commercio (AIC) legata alla tipologia di stoccaggio (bombole, cisterne eccetera), ed inoltre per le terapie in casa deve essere somministrato dietro ricetta medica, che ne indichi le modalità di somministrazione, la posologia e la durata.


Per quanto riguarda invece la somministrazione di ossigeno durante un’emergenza subacquea, dovuta ad un incidente subacqueo, la somministrazione d’ossigeno, anche al 100%, è riconosciuta